Staff > Servizi di segreteria > Informazioni per nuovo personale, studenti e collaboratori

30/12/2018

La Registrazione

  • Tutti i collaboratori, dottorandi, laureandi e ospiti che frequentano l’IRA devono essere registrati e devono essere dotati di badge (guarda qui per più informazioni).
  • Il badge dovrà essere usato all’ingresso e all’uscita per registrare la propria presenza all’interno dell’Area della Ricerca di Bologna e dei radiotelescopi di Medicina e Noto ai fini dei controlli di sicurezza.
  • Il badge permette l’ingresso nei giorni feriali durante il normale orario di lavoro (7 – 20). Per periodi limitati è possibile estendere l’orario di accesso previa autorizzazione dalla Direzione IRA.
  • All’atto della registrazione saranno rilasciate le credenziali per accedere alle risorse di calcolo ed ai servizi dell’IRA e per l’accesso ai servizi nazionali INAF.

I Servizi Informatici e il Calcolo

Tutti i sistemi di calcolo della sede IRA di Bologna (computer linux e server) sono integrati in rete e condividono risorse comuni. In particolare sono condivisi in rete i dischi /homes, /home2 e /iranet. Le directory /Locale e /local ed eventuali dischi montati su di essa sono invece aree locali accessibili solo dallo specifico computer o server.

Per segnalazioni di problemi tecnici relativi ai servizi informatici è possibile scrivere a questo indirizzo ira-sys@ira.inaf.it.

Queste sono alcune indicazioni per utilizzare al meglio le risorse informatiche disponibili:

  • Credenziali  (utente/password) sui sistemi Linux
    • Le credenziali sono rilasciate dalla Segreteria all’atto della registrazione oppure dallo staff del Centro Calcolo.
    • Con il proprio account l’utente accede a tutti i computer e ai server di calcolo dell’IRA di Bologna.
    • Ogni utente ha a disposizione 50 GigaByte di spazio disco in /homes/utente, che è l’area in cui viene effettuato il login e che contiene tutti i files di configurazione personali. Tale area si trova su un disco condiviso in rete ed è accessibile utilizzando le proprie credenziali IRA.
    • Per verificare lo spazio disco assegnato e quello effettivamente occupato è possibile usare  il comando quota -s . Può essere richiesto ulteriore spazio disco sui differenti server di rete.
    • Lo spazio disco /homes/utente viene salvato periodicamente in modo automatico dal Centro Calcolo. Lo spazio sui dischi locali dei singoli computers (/Locale e /local) non viene salvato.
    • La password può essere modificata con il comando passwd. All’indirizzo http://www.ira.inaf.it/phpLpass/ è possibile cambiare simultaneamente la password per Linux e per Windows. La nuova password deve essere più lunga di 10 caratteri e contenere caratteri misti (minuscoli/maiuscoli/numerici/speciali).
    • L’accesso ai cluster di calcolo ALMA e Lofar richiede ulteriori credenziali che sono rilasciate dai gestori del Centro Calcolo.
    • Per accedere alle aree interne del sito web IRA[credenziali personali? (calendari)] e per utilizzare il wireless sono necessarie ulteriori credenziali.
  • La casella di posta elettronica
    • La casella postale IRA utente@ira.inaf.it viene generata automaticamente con la creazione dell’account utente e vi si accede con le stesse username e password. Il personale a vario titolo dipendente da IRA ha inoltre una casella di posta istituzionale INAF nome.cognome@inaf.it.
    • Si consiglia a tutti gli utenti che non hanno un rapporto stabile con l’IRA di utilizzare principalmente il proprio indirizzo e-mail personale per non perdere contatti al termine del rapporto. Se si desidera fornire l’indirizzo della casella postale IRA quale destinazione ma ricevere le mail sul proprio indirizzo privato, è sufficiente creare nella propria home (/homes/utente/) un file .forward contenente l’indirizzo a cui si vuole che venga inoltrata la posta.
    • Per utilizzare la casella di posta IRA è possibile configurare un client di posta elettronica (Thunderbird , Mozilla, Outlook, ecc.)  sul proprio device (computer o mobile) con gli opportuni parametri  oppure usare il WEB mail dell’IRA.
    • I collaboratori che sono associati all’IRA vengono inseriti automaticamente nelle liste di posta elettronica dell’IRA, utilizzate per ricevere e inviare informazioni.
  • Attivare l’utenza per i sistemi Windows di Bologna

    • Per accedere alle risorse IRA dai sistemi Windows è necessario far creare ai gestori del Centro Calcolo un utente Windows  identico a quello presente su Linux. È poi necessario cambiare la password generata al momento della creazione dell’utente Windows, accedendo alla pagina  http://www.ira.inaf.it/phpLpass/.
    • Da Windows, cercando la risorsa di rete “iranet” (cerca/computer/computer_in_rete), tutti i dischi IRA (/homes, /iranet, etc.) saranno visibili come dischi locali.
    • Per facilitare l’accesso ai dischi Linux può risultare comodo e conveniente utilizzare sul proprio portatile uno username/password Windows identico a quello che si utilizza sui computer IRA.
  • Accesso ai Server di calcolo di Bologna

    • Il centro calcolo dispone di server dedicati a specifici progetti di ricerca (Alma, Lofar, Fermi, Antartide, ecc.)  e server per uso generale (WN01, WN02,……WN05). I server WNxx possono essere utilizzati direttamente mentre per i server di progetto e’ necessario fare richiesta ai responsabili dei progetti stessi.
    • Usando il comando ssh nome_server è possibile collegarsi ai server di calcolo per sfruttarne la potenza elaborativa. Per iniziare una sessione grafica sul server occorre usare il comando ssh -X nome_server.
    • Per semplificare l’accesso ai diversi computer tramite ssh possono essere definite una volta per tutte delle chiavi di accesso SSH. Ciò è particolarmente utile per l’utilizzo di AIPS e dei cluster di calcolo poiché evita la richiesta della password in tutte le operazioni tra i diversi calcolatori.
    • Il comando setup-help può essere usato per verificare le applicazioni disponibili e le relative versioni. Ad esempio: se si intende utilizzare il programma ‘orbit’  nella versione 1.1.479-1-64b bisogna inserire il comando orbit-setup  1.1.479-1-64b.
  • Accesso al server Windows di Bologna

    • Dai sistemi Windows, Linux e Mac è possibile accedere a un server Window-2003 (server2003.ira.inaf.it) configurato per condividere tutte le risorse del Centro Calcolo. È quindi possibile utilizzare i prodotti Office sui dati che si trovano sui dischi condivisi /homes e /iranet.
    • Dai sistemi Windows si può utilizzare la connessione al desktop remoto  nel menù  “Accessori/comunicazione”, da Mac si può usare il prodotto CoRD.
    • Dai sistemi Linux si può utilizzare il comando rdesktop server2003.ira.inaf.it.
    • Non lasciare dati sul Desktop di server2003 per non rallentare eccessivamente l’accesso.
  • Collegamenti in rete e traserimento di files
    • L’utilizzo della rete wireless IRA per dispositivi portatili e l’accesso ai server IRA da una rete pubblica (casalinga, telefonica o esterna all’Area della Ricerca di Bologna) sono possibili con diverse modalità.
    • Per trasferire files tra diversi calcolatori dell’IRA o da altre organizzazioni si possono usare i comandi ftp e i repository pubblici. Non utilizzare la posta elettronica per trasferire files maggiori di 5 Megabyte.
  • Utilizzo di AIPS a Bologna
    • Per i dati AIPS si  possono utilizzare aree di lavoro sui diversi server configurando opportunamente il file .dadevs.
    • Per semplificare l’utilizzo di AIPS su sistemi differenti  sono utili  le chiavi di accesso SSH.
    • L’area /iranet/FITS è usata quale area di scambio per i files FITS ed è visibile da tutti i computers dell’IRA.

Utilizzo delle stampanti – IRA Bologna

  • Ciascun piano dell’IRA è attrezzato con una stampante pubblica ad uso di staff, studenti, collaboratori e ospiti. È possibile identificare facilmente quella più vicina.
  • Con il comando lpstat si può verificare se una stampa è stata inviata correttamente alla stampante.
  •  In caso sia necessario stampare file lunghi è opportuno usare stampanti fronte-retro e non farlo nelle ore di punta.
  • Prima di inviare una seconda volta una stampa verificare che non sia stata posta nei cestelli vicini alle stampanti.
  • Ritirare sempre le stampe inviate ed evitare di stampare quando non strettamente necessario.

La Biblioteca – IRA Bologna

  • A questa pagina sono disponibili informazioni su come accedere alla Biblioteca dell’IRA e alla Biblioteca dell’Area della Ricerca di Bologna, nonchè su come sfruttare le risorse del Repository Open Access di INAF.

Fotocopiatrice – IRA Bologna

  • Usate la fotocopiatrice con parsimonia sfruttando l’opzione fronte/retro quando possibile.
  • Ciascuna fotocopiatrice è dotata della funzione scanner, che può essere utilizzata sia per salvare i documenti su chiavetta USB sia per inviarli via posta elettronica all’indirizzo email indicato dall’utente.

La Tesi

  • Ricordatevi di inserire nella prima pagina interna della vostra tesi questa frase: “QUESTA TESI E’ STATA SVOLTA NELL’AMBITO DELLE RICERCHE DELL’ISTITUTO DI RADIOASTRONOMIA DELL’INAF “.
  • Ai laureandi è richiesto di consegnare una copia della tesi al bibliotecario dell’IRA.